Area disturbo del comportamento alimentare

I Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA) , tra i quali i più rappresentativi sono l’Anoressia nervosa, la Bulimia , il Disturbo da alimentazione incontrollata rappresentano un problema in costante incremento già dall’età prepuberale di notevole gravità e di allarme sociale . Un grande numero di adolescenti si trova, con i loro familiari, ad affrontare una patologia complessa, insidiosa che necessita di un trattamento multidisciplinare integrato dimostratosi il più efficace nella cura e nella riabilitazione di tali disturbi.
 
Il Progetto, proposto dall’Associazione Libellula AFASP – Centro di ascolto del disagio, in tale Area, risponde alla carenza territoriale di strutture dedicate. L’equipe formata da figure professionali diverse: psichiatri, psicologi clinici, nutrizionisti, medici di medicina generale, fisioterapisti , educatori, arte-terapeuti opera privilegiando il versante somatico o psichico a seconda delle fasi della malattia.

Il Programma prevede diverse fasi assistenziali (sia dal punto di vista psicologico che nutrizionale) e l’utilizzo anche di terapie mediche non convenzionali e di pratiche e tecniche proprie delle Discipline Bio-Naturali.

La terapia ambulatoriale è l’approccio di elezione, non modifica l’assetto di vita del/la paziente, si struttura secondo percorsi specifici, differenziati e individualizzati in base alla diagnosi, alla storia clinica, alle emozioni/affetti espressi.

L’obiettivo terapeutico è volto ad ottenere cambiamenti emozionali, cognitivi , comportamentali e relazionali, al fine di consentire la modificazione dell’atteggiamento e le convinzioni disfunzionali verso il cibo ed il proprio corpo.
 
Il Programma prevede l’ integrazione contemporanea di diversi trattamenti:
 
Il trattamento medico
consiste nel monitoraggio e nella stabilizzazione dei parametri clinici e di laboratorio, nel trattamento delle comorbilità mediche e psichiatriche. E’ volto alla stabilizzazione del peso con riduzione/sospensione degli episodi di alimentazione incontrollata e dei metodi di compenso, al ripristino del ciclo mestruale .
 
Il trattamento nutrizionale a breve, medio e lungo termine
prevede un counseling nutrizionale rivolto ai pazienti e ai loro familiari, un lavoro sui fattori di mantenimento e sui comportamenti disfunzionali.

Il trattamento psichiatrico e psicoterapeutico
Comprende l’analisi della richiesta di aiuto, la valutazione motivazionale , la psicodiagnosi , la psicoterapia individuale/familiare, il supporto psicologico ai familiari e , se richiesto, alle persone che assistono il/la Paziente. 
 
L’Intervento educazionale
attivo nell’ambito relazione e socio-lavorativo, volto al rafforzamento di corretti stili di vita, opera anche attraverso interventi di mediazione, counseling individuale/familiare, in ambito preventivo.
 
L’intervento fisioterapico-arte-musicoterapeutico-audiopsicofonologico
Volto alla correzione di inappropriate condotte motorie, alla riscoperta di abilità e interessi in ambito artistico-espressivo, all’educazione a pratiche di rilassamento e riabilitative come l’Audiopsicofonologia, la Musicoterapia, la pratica Reiki, il Training autogeno.  

La presa in carico comprende

  • Colloquio di ammissione
  • Visita medica/ Visita psichiatrica/Consulenza endocrinologica/ Consulenza internistica
  • Valutazione Psicodiagnostica / Psicoterapia individuale / familiare
  • Educazione nutrizionale
  • Attività educazionale individuale e rivolta alle famiglie
  • Attività di supporto alla famiglia -sostegno alla genitorialità
  • Laboratori creativi
  • Pratiche di consapevolezza- crescita interiore- rafforzamento del sé ( Yoga, Reiki, Audiopsicofonologia, Musicoterapia).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.